15 gen
Uni Roma 1
Bando di ammissione al Master per l’AA
18 dic
OAPPC VERONA
In data 29 agosto sono stati pubblicati sul sito
09 dic
SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE, SVULUPPO SOSTENIBILE ED ETICA PROFESSIONALE

Si comunica agli iscritti che lunedì 9
09 dic
Fondo Pensioni Personale Cassa Centrale di risparmi V.E.
Si allega, per opportuna conoscenza, copia della
05 dic
MATTER.LAND storie di idee, materiali e prodotti

Si comunica agli iscritti che giovedì 3
03 dic
Fondazione OAPPC Genova
24 appuntamenti con l’architettura dal 28
26 nov
Impermeabilizzazione e isolamento delle coperture

Si comunica agli iscritti che martedì 26
01 gen 2013

Culturale
Musei di Architettura

www.museozauli.it

www.maxxi.beniculturali.it

Il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo (VIDEO) è una fondazione costituita dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. È un museo dedicato alla creatività contemporanea pensato come un luogo pluridisciplinare destinato alla sperimentazione e all’innovazione nel campo delle arti e dell’architettura.


www.dam-online.de

Il Museo tedesco di architettura (Deutsches Architekturmuseum) aperto nel 1984 in una villa d’epoca è un polo dell’architettura a Francoforte sul Meno, progettato da O.M.Ungers. Il cuore dell’edificio è la “casa nella casa”, una struttura di tre piani che continua a comprimersi per trasformarsi infine in una “capanna primordiale”. L’esposizione permanente con modelli dalle capanne preistoriche ai moderni grattacieli forniscono una panoramica sulla storia dell’architettura e degli insediamenti abitativi dell’uomo. Di particolare rilievo anche le mostre temporanee, che possono cambiare più volte nel corso dell’anno. Chiuso il lunedì. 


www.architekturmuseum.de

Museo d’architettura dell’Università Tecnica di Monaco
Il Museo d’architettura (Architekturmuseum) vanta quella che è di gran lunga la collezione specialistica di architettura più grande in Germania. Nell’archivio sono attualmente contenuti circa 350.000 disegni opera di 700 architetti, oltre 100.000 fotografie, 500 plastici, alcuni calchi in gesso e sculture, atti ufficiali e numerosi preziosi trattati di architettura e incisioni. Di recente hanno fatto la loro comparsa anche stampe da computer e animazioni computerizzate. I disegni più antichi risalgono al Cinquecento, il plastico più vecchio è del Seicento. La collezione dà grande rilievo all’architettura dal XVIII al XXI secolo. 


www.architekturmuseum.de/augsburg

Museo di architettura Schwaben ad Augusta 
Il museo di architettura (Architekturmuseum) Schwaben inaugurato nel 1995, una succursale del Museo di architettura dell’Università Tecnica di Monaco, accoglie i visitatori in quella che un tempo era la casa e l’ufficio della famiglia di architetti Buchegger. Le sale storiche della villa a due piani con un grande giardino risalente al 1900 circa ospitano mostre temporanee sull’architettura sveva e di rilevanza sovraregionale. Vi è anche uno straordinario patrimonio costituito da una collezione di circa 1.000 opere grafiche europee del XVI-XVIII secolo, l’ex biblioteca del genio civile di Augusta con opere di consultazione e riviste sull’arte e l’architettura dell’Ottocento e dei primi del Novecento. Chiuso il lunedì.


www.weissenhof-museum.de

Museo Weissenhof Le Corbusier Haus a Stoccarda
Il quartiere Weissenhof sorto nel 1927 come Esposizione di architettura del Deutscher Werkbund, una federazione tedesca di artisti e architetti, è uno degli interventi architettonici più importanti del “Movimento moderno”. Sotto la direzione artistica di Ludwig Mies van der Rohe, 17 architetti di cinque Paesi hanno creato un programma abitativo perfetto dallo stile internazionale per le persone che abitano nelle grandi città. L’attenzione venne attirata in particolare da Le Corbusier, che realizzò insieme a P. Jeanneret due “scatole abitative” che, appoggiate su pilastri, sembrano fluttuare sul versante della collina. Dal 2006 questa casa ospita il Museo Weissenhof di storia dell’architettura (Weissenhofmuseum für Architekturgeschichte). In metà della casa è allestita una mostra sulla storia di tutto il quartiere, nell’altra metà la Casa Le Corbusier è visitabile, così come era nel 1927, come vero e proprio “pezzo d’esposizione” con funzione esemplificativa di tutto l’insediamento che comprende 21 edifici con complessivamente 63 appartamenti. Chiuso il lunedì, visite guidate su richiesta.


www.aschaffenburg.de

Pompejanum ad Aschaffenburg
Il Pompejanum sorge sulla sponda più alta del Meno, nel parco del castello Johannisburg ad Aschaffenburg. Re Ludwig I era rimasto così impressionato dagli scavi di Pompei che fece costruire il Pompejanum sul modello della casa di Castore e Polluce. Questa ricostruzione realizzata negli anni 1840-1848 dall’architetto Friedrich v. Gärtner riproduce una casa romana e fornisce uno spaccato della vita all’interno di una villa in epoca romana. I sontuosi dipinti sulle pareti interne e i pavimenti in mosaico furono realizzati su modelli antichi. Intorno ai due cortili interni si aprono l’atrio con le sue fontane e il Viridarium ammantato di verde e si possono visitare il salotto e la camera degli ospiti, la cucina, la sala da pranzo, la sala dei bambini e la loro camera da letto, la camera da letto dei genitori e la camera della padrona di casa. Molto belle le statue, i ritratti e i decori in marmo. Chiuso il lunedì, visite guidate su richiesta.


www.alexandrowka.de

Museo Alexandrowka a Potsdam
Dal 2005 la colonia russa realizzata in stile russo dall’architetto P.-J. Lennè si presenta con il Museo Alexandrowka. Questo complesso straordinario inserito tra i patrimoni inalienabili dell’umanità di Postsdam tutelati dall’Unesco è costituito da 14 case, la cappella russa-ortodossa e la ricostruzione di un giardino di 2.000 m2. La storia di questo luogo ha inizio con la sua costruzione nel 1826/27 su ordine del re di Prussia Friedrich Wilhelm III in onore dello Zar di Russia Alexander I (1777-1825). Le case impreziosite dai ricchi ornamenti e intagli in legno caratterizzano l’immagine del villaggio russo. Chi desidera sapere di più sull’architettura e la storia della colonia può visitare il Museo situato nella casa n. 2. Chiuso il lunedì.


www.erlichthofsiedlung.de

Villaggio-museo Erlichthofsiedlung Rietschen
L’incantevole insediamento Erlichthof a Rietschen è un piccolo e vivace villaggio-museo formato dagli edifici in travi di legno tipici del luogo e dell’architettura popolare, nonché una delle più antiche tipologie di case della Lusazia. Oltre alla casa colonica museo “Erlichthof” che comprende la casa vera e propria, il fienile, la casetta del custode e le stalle, nel podere vi sono altre 16 casette con le loro funzioni originali. Questo complesso tutelato come monumento è formato da case di oltre 300 anni originarie dei villaggi vicini che dovettero essere spostate per fare spazio alla coltivazione di lignite. Nella tessitura a mano i visitatori possono vedere come si lavorava al telaio e si filava, ammirare l’antica arte della realizzazione del vetro e della ceramica e molto altro ancora. Gennaio-febbraio cono orario ridotto, visite guidate su richiesta.


www.schloss-marienburg.de

Castello Marienburg Pattensen
Il castello Marienburg, la cui inconfondibile silhouette domina le dolci colline dell’idilliaca valle del Leine, si erge splendido e maestoso a circa 20 km a sud delle porte di Hannover. Il castello costruito tra il 1858 e il 1867 dai famosi architetti Conrad Wilhelm Hase (1818-1902) ed Edwin Oppler (1831-1880) è tra i monumenti neogotici più importanti in Germania e colpisce lo sguardo con le facciate molto movimentate, le torri dalle molteplici varianti e i tetti di forma diversificata, nonché gli elementi decorativi goticheggianti di ottima finitura. La visita guidata conduce il visitatore attraverso l’ingresso, la sala dei cavalieri, la sala da pranzo, il salone della regina con la biblioteca, l’ala delle principesse, la cucina del castello e la cappella. Durante la visita, grande attenzione è riservata all’architettura e alla storia del casato dei Welfen. Aperto da fine marzo a inizio novembre.


www.wrm.lemgo.de

Il castello rinascimentale Schloss Brake a Legmo con la bella cappella e l’imponente torre è un importante monumento architettonico la cui storia costruttiva inizia nel XII e si conclude solo nel XX secolo. Il museo fondato nel 1986 e ospitato nelle sale fatte ristrutturare negli anni 1584-92 dal conte di Lippe Simon VI (1554-1613) illustra la ricchezza e varietà della cultura nelle regioni attraversate dal Weser nel XVI e agli inizi del XVII secolo. L’esposizione permanente spiega attraverso oltre 600 pezzi i diversi aspetti dell’arte e della cultura tra la Riforma e la Guerra dei trent’anni e, su una superficie di circa 2.000 m2, offre un’ampia visione della cultura rinascimentale in particolare nella regione del Weser. Chiuso il lunedì, ad eccezione delle festività, e nei giorni 24.12., 25.12., 31.12. e 01.01. Visite guidate su richiesta.


www.goslar.de

Palazzo imperiale a Goslar
Il palazzo imperiale edificato ai piedi del Rammelsberg tra il 1040 e il 1050 sotto Enrico III è il monumento architettonico profano più rappresentativo dell’epoca salica. Per l’imperatore del tempo, il palazzo rappresentava la perla del suo regno, un luogo dove soggiornava volentieri, dava feste fino a tarda notte ma, soprattutto, prese in mano la storia del suo grande e splendido regno. Il palazzo di rappresentanza con le inconsuete ampie arcate delle finestre dominava il territorio grazie alla sua posizione sopraelevata. Nel 2000, sotto le volte del piano terra è stata aperta un’esposizione permanente che, oltre all’introduzione tematica alla storia del ruolo dell’imperatore itinerante e dell’edificazione del palazzo, presenta anche il famoso trono imperiale di Goslar del tardo XI secolo, una collezione di elementi scultorei e frammenti architettonici dall’XI al XVI secolo. Aperto tutto l’anno; è possibile visitare il palazzo solo con una visita guidata.


In itinere si arricchirà l’elenco con l’inserimento e l’estensione dei siti.