02 ago
Chiusura Uffici di Segreteria
Si comunica agli iscritti che gli Uffici di
01 ago
Restauro del moderno, il caso del palazzo del Giornale di Sicilia
“Rispettare gli originari progetti del moderno
29 lug
Comunicazione chiusura al pubblico ufficio di segreteria

Si comunica agli iscritti che venerdì 29
18 lug
Questionario “Osservatorio CNAPPC sullo stato della Professione in Italia”.
Il Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori,
11 lug
Concorso di Progettazione: Bando di Cuniola (Ferrara)
CONCORSO DI PROGETTAZIONEProcedura aperta in due
01 lug
AGGIORNAMENTO DEL PREZZARIO UNICO REGIONALE PER I LAVORI PUBBLICI
Pubblicato l'aggiornamento del Prezzario unico
30 giu
BIM: DALLA PROGETTAZIONE AL CANTIERECOM'È CAMBIATA LA FILIERA COSTRUTTIVA

Si comunica agli iscritti che giovedì 30
31 dic 2014

Inarcassa
Comunicazione dal delegato Emanuele Nicosia

CONTRIBUTI MINIMI IN 6 RATE
Anche per il 2015 è possibile versare i contributi minimi in 6 rate bimestrali, anziché in 2 semestrali.
Per chi desidera cogliere questa opportunità, le rate saranno di pari importo, senza interessi dilatori, con la prima scadenza stabilita al 28 febbraio e l’ultima al 31 dicembre 2015.Hanno accesso all’agevolazione tutti gli iscritti a Inarcassa, inclusi i pensionati:basta che ne facciano richiesta entro il 26 gennaio 2015, esclusivamente in via telematica, tramite l’apposita funzione disponibile alla voce "agevolazioni" del menu laterale di Inarcassa On line .I MAV per il pagamento delle rate saranno a disposizione su Inarcassa On line, come di consueto, circa 30 giorni prima di ogni scadenza.


DAL 2015, NUOVE NORME E REGOLAMENTO UNICO PER RISCATTI E RICONGIUNZIONI
Entreranno in vigore dal 1° gennaio 2015 nuove norme sui Riscatti e le Ricongiunzioni, che faranno capo – in un’ottica di semplificazione - ad un unico Regolamento.
Le modifiche, approvate lo scorso 29 ottobre dai ministeri vigilanti, ampliano il numero di associati potenzialmente beneficiari con nuove opportunità di accesso e riguardano:
    •    la definizione della disciplina del riscatto degli anni con contribuzione minima in deroga (art. 4.3RGP 2012);
    •    l’estensione dei soggetti ammessi al riscatto (eliminata l’anzianità di iscrizione minima di 5 anni e prevista possibilità di un beneficio proporzionale a quanto versato per i superstiti e per i pensionati di invalidità o inabilità);
    •    facoltà di calcolare l’onere con il metodo contributivo anche per i periodi anteriori al 2013 per il riscatto (onere inferiore) e per la ricongiunzione (gratuita) con l’imputazione dei periodi assicurativi sulla quota contributiva della pensione.


IL CND AUMENTA AL 4,5% IL TASSO DI CAPITALIZZAZIONE DEI CONTRIBUTI
Il Comitato Nazionale dei Delegati nella riunione di ottobre ha deliberato l’aumento di 3 punti percentuali del tasso annuo di capitalizzazione dei montanti contributivi individuali, da applicare nel calcolo della pensione per gli anni 2014 e 2015. Il CND ha così reso operativo quanto previsto dalla Riforma (art. 26.6 del RGP 2012), che rende possibile rivalutare la percentuale del tasso ogni due anni con parte del rendimento realizzato sul patrimonio della Cassa nel rispetto della sostenibilità di lungo periodo.
L’incremento al 4,5% - subordinato alla valutazione dei ministeri vigilanti ed applicabile quindi solo dopo l’approvazione - costituirà un importante adeguamento del tasso di capitalizzazione, che Inarcassa calcola sulla variazione media quinquennale del monte redditi degli iscritti (del c.d. ‘Pil Inarcassa’, e non del Pil nazionale) e con un valore minimo pari all’1,5% che, si ricorda, la previdenza pubblica non garantisce (il tasso 2014 da calcolo stimato per le prestazioni Inps sarà del -0,2%).
Queste modalità di rivalutazione dei contributi sono peculiarità del metodo di calcolo contributivo ‘proprio’  di Inarcassa, che consente margini di azione a garanzia della solidarietà e dell’equità infra e inter generazionale. Il passaggio al contributivo non ha modificato infatti il regime di finanziamento del sistema previdenziale della Cassa, che rimane a ripartizione (pay-as-you-go) e che consente, sempre nel rispetto della sostenibilità di lungo periodo, importanti interventi assistenziali - quali la pensione minima (non più esistente nel mondo della previdenza pubblica), subordinata alla prova dei mezzi - e supera il principio di “corrispettività” fra contributi e prestazioni tipico del metodo contributivo in un finanziamento a capitalizzazione.


POSSIBILITÀ DI POSTICIPO DEL VERSAMENTO DEL CONGUAGLIO 2013 AL 30/04/15
Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato, lo scorso 30 ottobre, di consentire che il saldo del conguaglio dei contributi previdenziali relativi all’anno 2013, previsto per il 31/12/2014, possa essere versato entro il 30/04/2015con l’applicazione di un interesse dilatorio pari al tasso BCE + il 4,5% applicato ai giorni trascorsi dalla scadenza (31/12/14) alla data effettiva del versamento,come lo scorso anno.
Chi vorrà usufruire di questa facilitazione, potrà semplicemente generare il bollettino MAV relativo al conguaglio 2013 su Inarcassa On line e versare l’importo corrispondente non oltre il 30 aprile 2015. Il versamento entro il termine indicato non genererà alcuna sanzione e l’importo relativo agli interessi sarà conteggiato insieme alla rata dei minimi 2015 in scadenza a fine giugno, o insieme a uno dei pagamenti successivi.
Ricordiamo inoltre che il ritardo del versamento, anche di un solo giorno, rispetto al termine del 30/04/2015 comporterà l’applicazione delle sanzioni e degli interessi nella misura prevista a decorrere dal 1/01/2015 al momento del pagamento.


NUOVA POLIZZA SANITARIA DAL 2015
Dal 1° gennaio 2015 sarà RBM Salute S.p.A. (compagnia Assicurativa specializzata nel settore salute risultata vincitrice di una gara d'appalto comunitaria) insieme a Previmedical S.p.A. (partner per la fornitura del servizio sanitario) a gestire la polizza sanitaria base “Grandi Interventi Chirurgici e Gravi Eventi Morbosi”, garantita da Inarcassa agli iscritti e ai pensionati, e il “Piano sanitario Integrativo” in convezione.
In fase di gara sono stati introdotti nelle polizze ulteriori perfezionamenti alle coperture assicurative e il partner garantisce una più semplice e veloce gestione delle richieste e dei rimborsi tramite un sito internet dedicato ad Inarcassae un' App  da scaricare gratuitamente dal 1° gennaio 2015 con cui sarà possibile richiedere l’autorizzazione per le prestazioni dirette (in network), inserire le domande di rimborso e verificare in tempo reale lo stato della propria pratica.
Come gli scorsi anni, gli iscritti e i pensionati possono estendere a proprie spese le prestazioni previste dalla polizza base al nucleo familiare(coniuge o convivente more uxorio risultante dallo stato di famiglia e figli fiscalmente a carico anche se non conviventi) e sottoscrivere la polizza integrativa per sé o anche per i familiari.
La richiesta delle coperture per il 2015 per dovrà essere inviata on lineeffettuando il log in nell' Area Riservata  sul sito internetwww.inarcassa.rbmsalute.it a partire dal 1° gennaio ed entro il 28 febbraio 2015 per tutti gli associati la cui iscrizione ad Inarcassa sia avvenuta prima del 31/12/2014, e - per gli iscritti nel 2015 - entro la fine del mese successivo a quello di invio della notifica di iscrizione.
Nella brochure sui Piani sanitari RBM   sono disponibili tutte le informazioni sulle polizze e le modalità e i termini di adesione per il 2015.
Il passaggio da Cattolica Assicurazioni a RBM Salute avviene senza soluzione di continuità per la copertura dei “Grandi Interventi e Gravi Eventi Morbosi” con le relative estensioni ai familiari, e per la polizza integrativa solamente nel caso essa sia stata sottoscritta per l’anno 2014 e venga rinnovata per l’anno 2015.
Per informazioni su prenotazioni e ricoveri da programmare nel 2015 è già attivo - tutti i giorni, 24 ore su 24 - il numero verde gestito da RBM:
da telefono fisso e cellulare +39.0422.17.44.217 per chiamate dall'estero.