15 gen
Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo
È online, sul sito dedicato e sui siti
07 gen
OAPPC Arezzo
Iil Consiglio dell'Ordine di Arezzo ha deliberato
31 dic
OAPPC Treviso
L’Ordine degli Architetti P.P.C. di Treviso, in
15 dic
Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo
Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e
11 dic
OAPPC Reggio Emilia
Le informazioni relative al corso di alta
09 dic
UNIFE
Sono aperte le iscrizioni alla VIII Edizione del
03 dic
Gli sconti Inail alle imprese che investono in sicurezza

Si comunica agli iscritti che giovedì 3
27 set 2019

OAPPC CUNEO
Concorso "Il rondò dei talenti"
La Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, con delibera del CdA del 18 settembre u.s. ha reso pubblico il bando di concorso denominato "Il Rondò dei talenti" per l’acquisizione di proposte ideative - finalizzate al restyling esterno, alla rifunzionalizzazione del piano terreno e del lastrico solare - riguardanti un immobile in proprietà sito nel Centro Storico di Cuneo.

La documentazione relativa alla procedura è disponibile all'indirizzo web 

Il Concorso, riservato a giovani professionisti under 40, ha come obiettivo l'affidamento dell’incarico completo per la Progettazione e Direzione Lavori dell'opera.

Il suddetto bando di concorso, patrocinato dell'Ordine di Cuneo, è stato costruito con il prezioso contributo del collega Presidente dell'Ordine degli Architetti della Provincia di Bologna Pier Giorgio Giannelli e la procedura è gestita esclusivamente in via telematica sulla piattaforma concorsiarchibo.eu.

La procedura prevede un primo premio dell'importo di €20.000 in anticipo sull'onorario professionale già determinato nel disciplinare del bando e due premi di €6.000 e €4.000 rispettivamente per il secondo e il terzo classificato.

Va rilevato che la Fondazione della Cassa di Risparmio di Cuneo è un Ente di diritto privato e, in quanto tale, non risulta in alcun modo assoggettato alla disciplina sui Contratti Pubblici di cui al D.Lgs. 50/2016. Ciò nonostante la stessa Fondazione ha ritenuto comunque di ricorrere alla procedura concorsuale, riconoscendola di fatto come valido strumento per gestire l'affidamento di un incarico professionale.