02 ago
Chiusura Uffici di Segreteria
Si comunica agli iscritti che gli Uffici di
01 ago
Restauro del moderno, il caso del palazzo del Giornale di Sicilia
“Rispettare gli originari progetti del moderno
29 lug
Comunicazione chiusura al pubblico ufficio di segreteria

Si comunica agli iscritti che venerdì 29
18 lug
Questionario “Osservatorio CNAPPC sullo stato della Professione in Italia”.
Il Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori,
11 lug
Concorso di Progettazione: Bando di Cuniola (Ferrara)
CONCORSO DI PROGETTAZIONEProcedura aperta in due
01 lug
AGGIORNAMENTO DEL PREZZARIO UNICO REGIONALE PER I LAVORI PUBBLICI
Pubblicato l'aggiornamento del Prezzario unico
30 giu
BIM: DALLA PROGETTAZIONE AL CANTIERECOM'È CAMBIATA LA FILIERA COSTRUTTIVA

Si comunica agli iscritti che giovedì 30
13 nov 2020

Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo
Avviso per la selezione di sei collaboratori di ricerca
Si chiude il 13 novembre l’avviso per la selezione dei collaboratori di ricerca da destinare al Censimento nazionale delle architetture italiane del secondo Novecento

Mancano pochi giorni al termine dell’avviso per la selezione dei sei specialisti di architettura contemporanea che verranno destinati alle attività di aggiornamento e revisione delle schede del Censimento nazionale delle architetture del secondo Novecento.

Un progetto promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo in collaborazione con la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali.

Il MiBACT a partire dal 2002 ha avviato, in base a una metodologia unificata e a criteri di selezione omogenei e unitari nelle diverse aree geografiche, il “Censimento nazionale delle architetture italiane del secondo Novecento” per la promozione e diffusione della conoscenza delle opere di architettura contemporanea e ha realizzato un sito web dedicato.

Nel corso del 2017 la Direzione Generale ha sviluppato un progetto di valorizzazione del “Censimento nazionale delle architetture del secondo Novecento” attraverso la costruzione della piattaforma “Atlante Architettura Contemporanea”, con la finalità di porre l’attenzione su una selezione di opere censite, presentando specifici percorsi tematici illustrati con materiali fotografici originali.

Il presente avviso pubblico nasce dall’esigenza di revisionare e normalizzare i dati relativi a circa 4150 architetture presenti nel Censimento attraverso il coinvolgimento di studiosi appassionati di storia dell’architettura italiana del secondo Novecento.

Requisito principale per poter accedere alla selezione è il possesso di diploma di specializzazione e/o il dottorato di ricerca in materie afferenti all’architettura contemporanea (o titoli equipollenti), conseguito da non oltre dieci anni.

Saranno premiate in primo luogo la qualità dell’esperienze di studio e la congruenza della ricerca pregressa con l’oggetto e con le finalità della selezione, oltre alla conoscenza delle architetture italiane del secondo Novecento.

Il compenso previsto per ciascuna collaborazione, che avrà durata di sei mesi, è di 10.000 euro.

Ai sei vincitori del concorso, che verranno selezionati da un’apposita Commissione di valutazione, verrà assegnato uno dei sei lotti indicati nel bando, ciascuno con circa 4.300 schede.

Il lavoro di ricerca sarà supportato e costantemente seguito dal Servizio III - Architettura contemporanea della Direzione Generale Creatività Contemporanea e dai referenti di progetto della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali.

Questa iniziativa costituisce la prima tappa del progetto “Ereditare il presente. Architettura italiana dal 1945 > Conoscere | Tutelare | Valorizzare”, con cui le due istituzioni intendono avviare un articolato programma di ricerca e formazione centrato sui temi della tutela della architettura contemporanea.

L’Avviso è disponibile sui siti della Direzione Generale Creatività Contemporanea e della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali.

La domanda di iscrizione scade il 13 novembre 2020 e dovrà essere compilata utilizzando esclusivamente l’apposita procedura disponibile all'indirizzo web .