Risposta:

Pur non essendo prevista nel nostro ordinamento una norma che disciplini l’obbligo di conservazione della documentazione prodotta è il caso di sottolineare come qualificandosi il rapporto tra committente e professionista quale obbligazione contrattuale ne derivi che i diritti (cfr. art. 2946 del Codice civile) godano di un termine ordinario di prescrizione di 10 anni.

In merito ai Sal, come ogni documentazione prodotta in forza della commessa ricevuta (se quindi oltre la Direziona lavori si ha l’incarico della Misura e contabilità), anche questi sono soggetti alla conservazione e alla consegna nei termini prescritti.